Font Magica

Itinerario: 3 giorni a Barcellona [giorno 3]

Per il nostro terzo ed ultimo giorno a Barcellona, domenica, avevamo acquistato in anticipo i biglietti per l’ingresso alla Sagrada Familia online. E’ possibile scegliere esattamente lo slot di 15 minuti in cui vuoi iniziare la tua visita.

 

Sagrada Familia
Sito: www.sagradafamilia.cat
Biglietti: a partire da 14,80€
Indirizzo: Carrer de la Marina
Orari: dalle 9:00 alle 20:00
Come arrivare: fermata della metro L2 o L5 Sagrada Familia

Per arrivare abbiamo preso la metro L2, si esce in Plaça de Gaudí da cui è possibile ammirare l’esterno della Sagrada Familia.

Sagrada Familia - Barcelona
Sagrada Familia – Barcelona

L’entrata è stata velocissima, grazie al sistema di ingressi ogni 15 minuti. L’orario che avevamo scelto era intorno a mezzogiorno e la prima cosa che ci ha colpite appena dentro la basilica è stata la luce che si rifletteva attraverso le meravigliose vetrate colorate, creando giochi di colori in tutto l’ambiente.

Sagrada Familia - Barcelona
Sagrada Familia – Barcelona

Dopo la visita alla Cattedrale abbiamo raggiunto Plaça Reial, definita una delle piazze più fotogeniche di Barcellona, dove abbiamo pranzato in uno dei molti ristoranti all’aperto che la circondano. La domenica mattina c’è un mercatino dell’usato, che termina intorno alle 14.

Placa Reial - Barcelona
Placa Reial – Barcelona

Nei pressi di Plaça Reial, attraversando La Rambla, si trova Palau Güell, un’altra opera di Gaudì (http://palauguell.cat).

Nel pomeriggio, complice anche la bellissima giornata di sole ed il fatto che a Barcellona la domenica è praticamente tutto chiuso, abbiamo deciso di visitare Montjuïc. Uno spettacolare modo per arrivarci è la funivia che parte dal molo, ma noi abbiamo deciso di prendere l’autobus 150 che parte da Plaça d’Espanya (praticamente davanti all’enorme centro commerciale rotondo – chiuso anche lui la domenica) e che in circa 20 minuti ti porta in cima al Castell di Montjuïc passando per il Caixa Forum, lo stadio e il villaggio olimpico, il Poble Espanyol – dove c’era la festa della birra – la Fundació Joan Miró (chiusa) e il Museu Nacional d’Art de Catalunya (la domenica aperto solo fino alle 15).

Teleferic Montjuic - Barcelona
Teleferic Montjuic – Barcelona

Arrivate al castello abbiamo scoperto che la domenica l’ingresso è gratuito (mi sembra che normalmente costi 5 euro). Il castello in sé non è sicuramente tra i più interessanti d’Europa, ma vale la pena andarci per la vista mozzafiato di Barcellona e del porto che si gode dal mirador nella parte più alta.

Castell de Montjuic - Barcelona
Castell de Montjuic – Barcelona
Vista dal Castell - Barcelona
Vista dal Castell – Porto di Barcelona
Castell - vista di Barcelona
Castell – vista di Barcelona

Per finire la nostra giornata e la visita a Barcellona, la sera siamo tornate in Plaça d’Espanya dove, nella splendida cornice del Museu Nacional d’Art de Catalunya, a partire dalle 21:00 le fontane della zona prendono vita con uno straordinario spettacolo di luci e di colori che prosegue senza sosta fino circa alle 23:30.

Museu Nacional d'Art de Catalunya - Barcelona
Museu Nacional d’Art de Catalunya – Barcelona
Font Magica
Font Magica – Barcelona

E con questo è tutto da Barcellona, a presto per la nostra top 10 della città e per il racconto del nostro recente viaggio a Dublino!

Casa Battlò - Barcelona

Itinerario: 3 giorni a Barcellona [giorno 2]

Per il nostro secondo giorno a Barcellona, abbiamo deciso di acquistare la “Hola BCN travelcard” che permette infiniti viaggi sui mezzi pubblici. E’ disponibile per 2, 3, 4 o 5 giorni – noi l’abbiamo presa per 2 giorni al costo di 14€, acquistata direttamente nei distributori automatici alla stazione della metro. Per l’itinerario seguito il primo giorno a Barcellona non abbiamo utilizzato mezzi pubblici, ma alcune delle attrazioni che volevamo visitare nei giorni successivi sono piuttosto distanti l’una dall’altra e i mezzi pubblici sono la scelta migliore per risparmiare tempo.

La mattina abbiamo camminato dal nostro hotel e percorso il Passeig de Gràcia, una delle strade più famose di Barcellona perché ospita capolavori modernisti tra cui le tre case note come “Manzana de la Discordia”:

  • Casa Amatller di Josep Puig i Cadafalch
  • Casa Batlló di Antoni Gaudí
  • Casa Lleó Morera di Lluís Domènech i Montaner
Casa Batllò - Barcelona
Casa Batllò – Barcelona
Casa Amatller - Barcelona
Casa Amatller – Barcelona
Casa Lleo Morera - Barcelona
Casa Lleo Morera – Barcelona

Poco più avanti si trova anche Casa Milà, detta anche La Pedrera – un altro capolavoro di Gaudí.

Avvisata in anticipo da un’amica delle lunghe file che si trovano per accedere a Casa Batlló, avevo acquistato il biglietto d’ingresso in anticipo, aggiungendo anche il fast pass per saltare la coda. In realtà è stato superfluo, perché quando siamo arrivate ci saranno state al massimo 20 persone davanti a noi.


Casa Batlló
Indirizzo: Passeig de Gràcia, 43,
Orari d’apertura: 9-21
Costo biglietto ingresso: 21,50€ + 3€ fast pass
Sito: http://www.casabatllo.es/it/

Dopo Casa Batlló – nel prezzo del biglietto è compresa un’esaustiva audioguida che vi accompagnerà durante la vostra visita – abbiamo proseguito la passeggiata sul Passeig de Gràcia fino a La Pedrera, che avevamo deciso di non visitare (il biglietto costa circa 20€ anche lì). Purtroppo non abbiamo potuto ammirarla come si deve, perché era coperta da un’impalcatura e dei teloni per lavori in corso.

Nel pomeriggio volevamo visitare Parc Güell, l’ambizioso progetto modernista di città-giardino iniziato da Gaudí all’inizio del Novecento e rimasto incompiuto.  Eravamo consapevoli che da pochi mesi è stato introdotto un biglietto di ingresso per il parco (circa 8€), ma quello che non ci aspettavamo è che tutti lo acquistassero in anticipo e che, una volta arrivate là, avremmo dovuto aspettare ore prima di poter entrare. Abbiamo deciso di rinunciare alla visita e di cambiare itinerario, confesso che un po’ mi dispiace!

Parc Güell- Barcelona
Parc Güell – Barcelona

Parc Güell – come arrivare
Le due fermate della metro più vicine sono Vallcarca e Lesseps, ma entrambe sono almeno a 15 minuti di camminata (in salita) per il parco.
Noi abbiamo preso la metro gialla (L4) da Passeig de Gràcia fino alla fermata Joanic e da lì il bus numero 116 che ci ha portate all’ingresso del parco.

Al ritorno abbiamo preso la metro fino a Barceloneta ed abbiamo esplorato il lungomare e la spiaggia di Barcellona.

Barceloneta - spiaggia - Barcelona
Barceloneta – spiaggia – Barcelona

Dalla spiaggia abbiamo preso il bus numero 51 e ci siamo fermate nella parte nord del Parc de la Ciutadella, dove abbiamo passeggiato e visto il Castello dei Tre Draghi, il laghetto con le barche e la fontana della cascata, proseguendo poi la nostra camminata fino all’Arc de Triomf.

Fontana Parc de la ciutadella - Barcelona
Fontana Parc de la ciutadella – Barcelona
Arc de Triomf - Barcelona
Arc de Triomf – Barcelona

E con questo si conclude il secondo giorno a Barcellona, a presto per il terzo appuntamento!

 

Diario di viaggio, recensioni e consigli per le tue vacanze!